Margherita Hack

La «signora delle stelle» è forse il volto più noto della scienza italiana. Certo il più amato. Uno dei pochi modelli popolari, ma non populisti.

 

E’ stata una grande donna di scienza; la prima donna italiana in assoluto a dirigere un osservatorio astronomico, quello di Trieste, che nel corso della sua direzione, durata dal 1964 al 1987, ha trasformato da piccolo osservatorio di provincia in un centro di ricerca di valore internazionale. Lei stessa si è affermata come grande esperta di spettroscopia stellare.

 

Margherita era una militante politica in senso tecnico: ha dato la sua faccia e la sua voce a molti partiti, sempre di sinistra e a numerose cause.

 

Animalista convinta, circondata da cani e soprattutto gatti, si è battuta per affermare uno stile alimentare rigorosamente vegetariano oltre che contro ogni sofferenza inutile inferta ai suoi amici semoventi.

 

Atea convinta, si è battuta per il rispetto della libertà religiosa.

 

Ecologista convinta, si è battuta per le centrali nucleari. Icona delle donne in bicicletta, si è battuta per il diritto a guidare l’auto anche in tarda età se in possesso dei giusti requisiti fisici.

 

Femminista convinta.

 

Cosa ci ha insegnato?

Che i diritti alla parità vanno conquistati con forza e determinazione quotidiana da parte delle donne.

Per maggiori informazioni:

https://it.wikipedia.org/wiki/Margherita_Hack

Fotografia tratta dal sito internet:

http://www.huffingtonpost.it

Recent Posts

Archives

MelaniaMieli Written by:

Be First to Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *